Home / Notizie / Umbria No Slot, nuova campagna contro il gioco d’azzardo patologico e ludopatia
campagna Umbria no slot

Umbria No Slot, nuova campagna contro il gioco d’azzardo patologico e ludopatia

In Umbria è partita venerdì 15 settembre 2017 la nuova campagna di prevenzione e contrasto dei disturbi da GAP, ovvero ludopatia e patologie correlate del gioco d’azzardo patologico. I soggetti a rischio sono persone tra i 15 e i 74 anni e il progetto non è solo grafico, bensì aiuti concreti attraverso esperti e agevolazioni per i commercianti che rinunciano a tutti gli strumenti del gioco legale.

Guerra a GAP e ludopatia grazie alla campagna Umbria No Slot

E’ partita venerdì 15 settembre 2017 la campagna di comunicazione per la prevenzione e il contrasto del gioco d’azzardo patologico, promossa dalla Regione Umbria per sensibilizzare i cittadini sui rischi legati a questo fenomeno. Umbria No Slot è stato lanciato dall’Assessorato alla Salute, alla Coesione sociale e al Welfare ha coinvolto molti creativi in tutta Italia per selezionare le migliori proposte contro la ludopatia e per arginare i cosiddetti fenomeni da GAP. I progetti grafici sono stati realizzati dall’illustratrice Sarah Treb, mentre quelli video dal team creativo composto da Giulia Innocenzi e Federica Di Carlo, vincitori del concorso Umbria No Slot. Il progetto rientra tra le numerose azioni programmate attraverso la legge regionale per la prevenzione, la cura e il contrasto di questo fenomeno che, favorito dalla liberalizzazione del gioco legale, è diventata una vera e propria piaga.

Il messaggio di Umbria No Slot

La campagna Umbria No Slot punta sulla qualità grafica dell’immagine e sulla trasversalità del messaggio, attraverso diverse proposte multimediali. Foto e video la fanno da padrone, ma è rivolta a un target preciso, dai 15 anni fino ai 74 anni. Si punta soprattutto utilizzando ai principali mezzi di comunicazione, dal classico porta a porta al moderno web. Questa iniziativa punta soprattutto ai media regionali e portali di informazioni territoriali, oltre alle affissioni poste nelle principali arterie stradali dei Comuni abruzzesi. Immancabili anche nelle stazioni bus, metro e ferroviarie, coinvolgendo anche il circuito dei Minimetrò della città di Perugia e le sue navette. Inoltre, una massiccia campagna digitale Adwords e Youtube completa l’offerta di informazioni riguardo il gioco d’azzardo. Il linguaggio è semplice e positivo e aiuta giovani e adulti ad essere informati sui rischi del gioco legale riguardo la ludopatia e i disturbi da GAP.

No Slot per essere liberi da ludopatia

Umbria No Slot invita giovani e adulti a non farsi fregare e scegliere di essere liberi. Il rischio maggiore è essere incatenati dal gioco d’azzardo patologico. All’inizio è bello puntare qualche spicciolo per poi, se si ha fortuna, ritrovarsi con un bel gruzzolo di denaro tra le mani. I soldi facili attirano sempre, ma la bramosia di avere di più può sfociare in vera e propria malattia. Ludopatia e sindromi derivanti da GAP hanno in comune che il giocatore incallito perde il contatto con la realtà. Il gioco diventa come una droga, e la persona si ritrova con una dipendenza. Proprio come i tossicodipendenti, arriva a rubare e a compiere atti inimmaginabili per procurarsi anche pochi Euro e giocare alle slot machine e al videopoker. Inevitabilmente, no solo perde al gioco, bensì perderà affetti, famiglia, lavoro e amicizie. La campagna si rivolge anche agli over 35, chiedendo se giocano d’azzardo ed elencando le cose che si sono perse mentre si stazionava davanti al pc o dentro una sala da gioco.

Umbria No Slot, tutti servizi e le agevolazioni

Oltre alle iniziative grafiche, Umbria No Slot si focalizza anche sull’erogazione di servizi sanitari per aiutare le fasce di popolazione più sensibili, ovvero tra i 15 e i 74 anni. Aiuto psicologico, agevolazioni per le attività commerciali che rinunciano alle cosiddette macchinette e adesivi da affiggere con la scritta No Slot. Così si possono distinguere gli esercizi commerciali aderenti da quelli con ancora le slot machine in funzione. L’augurio è che tutta Italia possa prendere spunto da questa iniziativa e diffondere il messaggio in tutto il territorio italico.

About Luana Periscopi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *