Home / Notizie / Rivarolo Canavese firma contro le sale slot. Serrande giù dopo mezzanotte
sale slot rivarolo canavese

Rivarolo Canavese firma contro le sale slot. Serrande giù dopo mezzanotte

La giunta di Rivarolo Canavese , del sindaco Alberto Rostagno ha dato l’approvazione all’ordinanza di chiusura delle sale slot entro mezzanotte.

Rostagno si adegua alla legge regionale

Dopo aver ricevuto numerose lamentele da parte degli esercenti delle sale giochi presenti sul territorio comunale, al momento rimaste in due, Rostagno ha respinto le lettere di protesta dichiarando che la nuova ordinanza non fa altro che adeguare i regolamenti comunali a quello che già viene prescritto dalla legge piemontese. L’ordinanza, firmata il 30 agosto, entrerà in pieno vigore entro pochi giorni e allineerà il comune di Rivarolo Canavese con gli altri comuni del Piemonte che già hanno scelto di adottare regolamenti virtuosi nella lotta alla ludopatia. Tra questi, Stresa, Chivasso e almeno trenta comuni torinesi che hanno fissato un tetto massimo di otto ore per l’accensione degli apparecchi. Rostagno ha dichiarato che questa nuova ordinanza “non ci rende i primi, ma siamo contenti di esserci”.

Dopo la mezzanotte, tutto chiuso

L’ordinanza approvata da Rostagno prevede una drastica riduzione degli orari di accensione, con l’imposizione di pause obbligatorie dopo determinati periodi di tempo, e infine la chiusura totale degli apparecchi e dell’esercizio entro la mezzanotte. Per quanto riguarda la limitazione dell’orario continuativo, il nuovo regolamento prevede che dopo un periodo di tempo di poche ore, le sale da gioco abbassino la serranda per una pausa ragionevolmente lunga, per poi riprendere la loro attività, a seconda degli orari di apertura e lasciando quindi uno spazio di autonomia ai gestori. Insindacabile, invece, la chiusura entro mezzanotte dell’esercizio: dopo quell’orario, tutte le sale da gioco dovranno abbassare la serranda e potranno riaprire solo il mattino seguente.

Rivarolo Canavese contro la Ludopatia, ma la sfida passa dal web

Il sindaco si dice soddisfatto del nuovo regolamento, così come il resto della giunta comunale che lo ha sostenuto nello stroncare le proteste dei proprietari delle sale, che andranno probabilmente incontro a un calo delle entrate notevole. Con l’entrata in vigore dell’ordinanza di Rostagno, ci tiene a precisare fieramente il sindaco, Rivarolo Canavese entra ufficialmente nell’elenco dei comuni italiani che lottano contro la ludopatia. Nonostante l’impegno messo nella realizzazione di una legge comunale in grado di mettere dei paletti al gioco d’azzardo patologico, Rostagno ammette che la sfida a questa dipendenza deve anche confrontarsi con il gioco sul web, libero da limiti di orario e che permette ai giocatori di scommettere ad ogni ora e per periodi di tempo non quantificabili, stroncando di fatto la lotta alla dipendenza stessa.
La giunta ritiene comunque che l’aver messo dei ferrei limiti a queste attività sul territorio comunale sia un passo avanti e che la demarcatura di nuove regole permetterà di pensare nuovi modi per contrastare la ludopatia.

About Benedetta Soros

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *