Home / Notizie / Nuova Legge Sul Gioco Azzardo FVG: via libera del Consiglio dei Ministri

Nuova Legge Sul Gioco Azzardo FVG: via libera del Consiglio dei Ministri

La legge della Regione Friuli Venezia Giulia n.26 del 17 luglio 2017 è salva: il Consiglio dei Ministri ha deciso di non impugnarla e modificarla: essa va a modificare le norme in materia di gioco d’azzardo patologico, detto anche ludopatia. Soddisfatte a metà le associazioni di categoria  aderenti alla campagna Mettiamoci in Gioco, le quali sono al lavoro in occasione delle prossime elezioni politiche.

Le novità della Legge Regionale

Il Consiglio dei Ministri non impugnerà la Legge Regionale del Friuli Venezia Giulia n.26 del 17 luglio 2017, intitolata Modifiche alla Legge Regionale 14 Febbraio 2014 n.1 sulle disposizioni per  prevenzione, trattamento e contrasto della dipendenza da gioco d’azzardo, nonché problematiche e patologie correlate. Quindi, il Consiglio Regionale del Friuli Venezia Giulia ha trasmesso al presidente della Regione il testo della nuova legge regionale N. 093-129-03-174, al fine di modificare in via definitiva le norme vigenti in materia di ludopatia e patologie correlate al gioco d’azzardo patologico.

Gioco d’azzardo e ludopatia

La nuova legge approvata dapprima dal Consiglio Regionale del FVG e non impugnata dal Consiglio dei Ministri porta modifiche importanti: in primis, prevede l’esclusione dell’accesso ai contributi regionali di tutti gli esercizi commerciali che detengono le slot machine al loro interno, oltre a un aumento dell’IRAP per chi non vuole abbandonare le macchinette per il gioco d’azzardo. Ma non solo divieti: si prevede uno sconto sull’IRAP per tutte le attività commerciali che decidono di non detenere al loro interno slot machine o macchinette per il gioco d’azzardo. Ha scatenato molte polemiche in Regione il divieto di pubblicità su tutto il territorio del Friuli Venezia Giulia di sale scommesse e videolottery e maggiori punti sensibili su cui non potranno sorgere queste attività. Inoltre, si dà molto più potere ai singoli Comuni, i quali dovranno stabilire gli orari di gioco nei vari esercizi commerciali che non superino le 8 ore.

Le associazioni di categoria sulla Legge Regionale FVG

I vantaggi sono tutti per chi abbandona il gioco d’azzardo, visto che oltre allo sconto sull’IRAP, alle attività del Friuli Venezia Giulia viene concesso un finanziamento regionale per coloro i quali convertono gli spazi dedicati al gioco d’azzardo in favore di arredi e attrezzature finalizzate a discipline sportive associate riconosciute ufficialmente dal CONI. Saranno previsti anche dei contributi ai Comuni che riusciranno a realizzare un regolamento per gli orari di gioco. Le associazioni aderenti alla campagna Mettiamoci in Gioco sono parzialmente soddisfatta della Legge Regionale sul gioco d’azzardo e ludopatia del FVG, prodotta da un decreto ministeriale ma con disposizioni specifiche previste da ogni Regione o provincia autonoma. L’efficacia delle norme si avrà con una tutela maggiore e sarà possibile solo quando lo Stato stesso deciderà una riduzione delle entrate fiscali provenienti da questo settore. Tanto che si predisporranno delle proposte concrete da sottoporre ai candidati alle prossime elezioni politiche, costretti a prendere posizioni pubblicamente prima del voto.

About Pamela

Seguo il mondo del gambling e le leggi che regolamentano i giochi a distanza da 10 anni. Informo i lettori sulle novità, le tecnologie e sui nuovi player del mercato italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *